Indagini diagnostiche preliminari per la PMA

Monitoraggio ecografico follicolare

Serie di ecografie transvaginali atte a misurare la crescita dei follicoli (indotta o spontanea) ed eventuale ovulazione.

Ecocolordoppler testicolare

Mediante ultrasuoni ed il doppler colore consente lo studio dettagliato, morfologico e funzionale, della gonade maschile.

Esame seminologico

Esame completo del liquido seminale secondo le ultime Linee Guida WHO con valutazione dei suoi caratteri chimico-fisici, del numero, motilità e morfologia degli spermatozoi. Consente inoltre di distinguere gameti immobili vitali e non (Eosin test) ed altre cellule (round cells, leucociti), fondamentali per diagnosticare eventuali patologie ed orientare la terapia.

Test di capacitazione

Esame eseguito sul liquido seminale. Permette di concentrare e selezionare gli spermatozoi morfologicamente migliori e dotati di maggiore vitalità. Serve, quindi, a stabilire quale sia la tecnica di riproduzione assistita più indicata in caso di OAT.

Post Coital Test (PCT)

Prelievo di muco cervicale, dopo un rapporto, in prossimità della presunta ovulazione. Valuta la presenza o meno di spermatozoi con motilità progressiva nel muco cervicale della donna. Test attualmente poco utilizzato.

MAR Test

Ricerca la presenza di autoanticorpi antispermatozoi nel liquido seminale di uomini con astenoteratospermia (difetti della motilità e morfologia dei gameti maschili).

IBT Test

Ricerca la presenza di anticorpi anti-spermatozoi nel siero di entrambi i partner, come anche nel muco cervicale o nel liquido seminale.ù

l test di frammentazione del DNA spermatico

Questo test consente di evidenziare rotture o lesioni del materiale genetico dello spermatozoo. Lo spermatozoo con DNA frammentato, con rotture anche parziali delle sue catene è incapace di fertilizzare, oppure, quando riesce a farlo, può dare origine ad embrioni non vitali, o che difficilmente attecchiscono o che danno origine ad aborti precoci. È stato stimato un valore soglia di danno farmmentativo (> 30%) oltre il quale la fertilizzazione e lo sviluppo dell’embrione vengono compromessi. Si rivela quindi un supporto importante per la valutazione della fertilità maschile in associazione allo spermiogramma, da proporre ai soggetti che, pur avendo parametri seminali normali allo spermiogramma, presentano bassi tassi od assenza di fecondazione, od insuccessi riproduttivi ripetuti, oppure anomalie nello sviluppo embrionale

Inizia il tuo percorso in sicurezza

Affidati all’esperienza di un grande gruppo

Richiedi il tuo esame